Connessione - Creazione della chimica attraverso la distanza

Si prega di condividere il sito su Facebook.
Si prega di condividere il sito su Facebook.
Commenti
Musica
Trascrizione
tag

Una cosa che David ha ricordato di dire è che sembra molto meglio se hai una buona postura e una faccia "amichevole". Se fai le cose in questo capitolo con una cattiva postura e un ghigno sul tuo viso, allora è estremamente inquietante, piuttosto che essere estremamente pieno di chimica.

La differenza che la postura può avere nel cambiare il messaggio, quando tutte le altre cose sono uguali, è davvero piuttosto notevole. Forse gireremo un altro video a riguardo.

Nome dell'artista:
QTango
Titolo Canzone:
9 de Julio
Titolo album:
It Takes Q To Tango
Sito web dell'artista:
http://www.qtango.com/

(Dal sito web): Creato nel luglio 2009 da Erskine Maytorena, musicista di tango e cantante d'opera di terza generazione, QTANGO esegue autentici accordi di tango argentino, spesso come due o tre volte alla settimana per tutto il sud-ovest per i ballerini e gli ascoltatori di tango.

00:06
Quindi, in questo capitolo, intendiamo parlare della creazione della chimica attraverso la distanza.
00:11
E, stiamo per dissipare due miti, o almeno, fare progressi, disprezzandoli.
00:15
Il primo mito, è che ...
00:19
Sai, se sei più vicino, c'è più chimica. E non è proprio così semplice, quella vicinanza è uguale alla chimica.
00:23
E la seconda, è che la chimica è qualcosa che c'è o non lo è. E, mentre, sai, c'è qualcosa su questo.
00:30
È sicuramente anche in misura maggiore che la maggioranza crede, qualcosa che può essere appreso.
00:36
Quindi, per dissipare il primo mito che la vicinanza è uguale alla chimica,
00:42
D: Senti la passione folle? Spero di no.
N: Non credo.
00:47
Quindi, non si tratta solo di distanza. Ma il primo principio è che si tratta della coscienza della distanza.
00:53
Quindi, come tu, mentre stai cambiando la distanza, sono consapevole di essere qui, di essere qui, di essere qui.
00:58
E che, come ogni micron di movimenti e distanze cambia, sono a conoscenza di ogni bit di esso.
01:05
Quindi, il primo punto è che c'è questa consapevolezza della distanza.
01:09
Il secondo punto è che le persone tendono a scomparire.
01:12
Dici: "Hai la chimica", e questo è ciò che gli studenti fanno. Parliamo con loro, sai, questo è ciò che devi fare.
01:17
E fanno qualcosa di simile. Sono fantastici, sono fantastici, sono fantastici ... "Oh mio Dio, puoi credere che stiamo facendo questo?"
01:23
E poi, proprio nel mezzo, allora ... E loro ridono pazzo, perché non possono farlo. Quindi, non sparire. Prendilo.
01:31
Quindi, come andiamo - andremo. E continueremo a continuare, e continueremo a continuare, e continueremo. E andremo avanti.
01:38
Destra? In nessun punto lo dà. Puoi ridacchiare quando è finito. Sì, aspetta tre minuti, poi comincia a ridere.
01:45
Punto finale. Prenditi il ​​tuo tempo.
01:49
D: Quindi, l'istinto significa: "Va bene, chimica. Huah!"
N: Ha-ha!
01:53
E ciò che le signore fanno è che vanno qualcosa di simile, "Whaa". Che non è buono.
01:59
Quindi, prendi il tuo tempo. In modo da poter costruire.
02:03
Quindi, se lo faccio una volta alla telecamera. Voglio che tu sia a conoscenza del mio movimento, mentre vado da qui ...
02:17
E, voglio dire, quel po 'di movimento - questo è molto.
02:20
Così, approfittate del fatto che il passaggio da qui ... ... a qui è qualcosa che siamo addestrati a provarci veramente.
02:29
Su questa nota, adesso, fermatevi. E farlo. Quindi, metti in pausa la videocamera. Fallo.
02:37
Tutto apposto. Così, l'hai fatto. La mia prima osservazione è che, quasi certamente, l'hai fatto troppo in fretta.
02:44
Non è ... Questo non è lento. Questo è lento.
02:51
E poi, comincio a spostare. E poi, il tallone posteriore, colpisce il tallone anteriore. E poi, comincio a spostare. E di più. Ora sono a metà strada.
02:59
E poi, mi preme più, ma non sono lì. E continua a venire.
03:02
Andando, andando. E poi, finalmente, sono finita. E ho appena finito di fare un passo.
03:07
Destra? Quindi, è lento. Non è, bang - sei lì.
03:11
Ma voglio fare due interessanti interventi, che sono tangenzialmente legati.
03:14
E la prima è che io sono consapevole, quando sto ballando con un nuovo partner, della distanza psicologica.
03:21
E mentre balliamo ... se lei è qualcuno, sai, non ci conosciamo, non sarò, come, "Whaa, tu, qui".
03:28
Sarà, come, "che, forse no, questi ballerini del tango sono pazzeschi".
03:32
Così, invece, mentre cammino verso di lei, sono consapevole di mantenere costante la distanza psicologica anche quando la distanza fisica diminuisce.
03:40
Che significa che se siamo qui e sto guardando direttamente a te ... Tu sei il mio partner ora,
03:45
Mentre cammino per abbracciarti, vedrai che il mio sguardo andrà a fianco.
03:51
E, facendo sempre gli occhi e il viso, faccio meno la distanza psicologica.
03:56
Anche quando arriva la distanza fisica. E così, sorta, si contrappongono.
04:00
L'altra idea è che si tratta veramente della direzione dell'energia.
04:04
Quindi, come sono qui, se sono così e lei è laggiù,
04:10
Non lo sai ... Se hai visto un'immagine che è stata tagliata proprio qui e hai visto solo me, non sapresti che fosse lì.
04:15
Se fossi così, direi: "Oh, c'è qualcuno, e questo è anche molto importante." Ma anche, potrei essere così:
04:24
D: E saprai anche che c'era qualcosa. Una cosa spaventosa. È molto spaventoso e potente.
N: Qualche cosa lì.
04:31
N: Grrr!
D: Grrr!
04:32
Ma, così è veramente su questo senso del
04:36
Il modo in cui riconosci la presenza del tuo partner, prendendo l'energia verso e via da loro.
04:40
Vedere? Anche se mi sento lontano da lei, ci può essere il senso di "Oh, c'è qualcuno lì".
04:45
Che è veramente quello che voglio che tu pensi. E poi, mi tira magneticamente.
04:51
Quindi, questo capitolo ha riguardato principalmente tre cose. O, ci sono tre cose che voglio che tu ricordi.
04:56
Il primo è che creiamo la chimica attraverso la distanza, essendo consapevoli della distanza.
05:02
Il secondo è che non dovresti scappare. Destra? Quindi non si avvicina a qualcuno e poi scoppierà a ridere.
05:07
A questo tipo di mucchio. Lepido mucchio. Che non è, come, pieno di chimica.
05:12
La cosa finale è che, come tu lo fai, vuoi prendere il tuo tempo.
05:17
Così va, e va, e va, e si costruisce. E costruisce e costruisce. Destra? Invece di "Oh, io sono là".
05:27
L'ultimo pensiero che voglio fare
05:30
È che, se si arriva in una posizione, si può arrivare alla stessa posizione, ma si sentirà radicalmente diverso.
05:36
A seconda di come sei arrivato. Quindi, ad esempio, se chiedo a qualcuno di ballare.
05:42
Devo entrare in carattere.
05:51
Hanno chiesto - accettano e così mi rendo molto felice.
06:00
Quindi, questo è un posto. Ora, diciamo, chiedo un'altra persona a ballare. Qualcuno con cui sto molto bene, ovviamente.
06:18
Ora, ho finito nella stessa posizione. Ma non si sentiva così.